Sofía Zuluaga Botero, una pittrice colombiana contemporanea

di Alessio Santiago Policarpo

 

 

 

Conobbi le opere di Sofía Zuluaga Botero nel maggio del 2015 in una piccola galleria di Firenze, e mi colpirono per il loro stile drammatico: un modus pingendi tormentato e passionale, certamente generato dalle esperienze e dai personali vissuti dell’artista, ma che si rifaceva altresì alla grande pittura del passato. In quella occasione scoprii anche altri artisti colombiani e – come nel caso di Sofía – ne apprezzai le opere per le scelte di tipo figurativo e per le loro atmosfere visionarie, secondo un linguaggio scevro di ritriti accademismi.

 

autoritratto-come-santagata

Autoritratto come Sant’Agata

 

Nata a Bogotà nel 1989, Sofía è stata fin dalla prima giovinezza appassionata di letteratura, passando molto tempo in biblioteca a studiare e a contemplare libri d’arte, alimentando così la sua fantasia e l’amore per la bellezza tramite la conoscenza dei classici. Il contesto in cui la ragazza viveva era alquanto problematico: la Colombia, infatti, venne colpita da terribili violenze perpetrate dai guerriglieri di estrema sinistra, i quali, dopo aver fallito nei loro scopi politici, si diedero al traffico di droga – spaventosi eventi, questi, che influiranno sicuramente sulle scelte pittoriche e la poetica di Sofia. L’artista colombiana, all’età di dieci anni, si trasferì allora negli Stati Uniti, fuggendo così dalla difficile situazione del suo paese e da tentate rapine e minacce alla sua vita. Fu nel nuovo paese che ella poté consacrarsi serenamente allo studio della pittura.

 

violata

Violata

A New York nel 2008, presso il Pratt Institute, ha iniziato a studiare le tecniche e i metodi dell’arte contemporanea, ma non sentendoli a lei ‘congeniali’  decise di ispirarsi e far riferimento agli antichi maestri. Ha proseguito gli studi presso lo studio di Romero Hidalgo Artists a Miami, sotto la guida di Abdon Romero per due anni. Successivamente ha iniziato gli studi presso la Florence Academy of Art, scuola privata a Firenze, a partire dal 2011, diplomandosi nel 2015; attualmente frequenta un programma di residenza presso l’Accademia d’Arte di Barcellona.

 

nudo-giacente

Nudo giacente

 

s-zuluaga-leo

Leo

 

Avevamo detto che nei suoi lavori si ravvisano elementi dell’arte del passato: infatti le pennellate hanno un che della grande pittura del Seicento, e si osservano anche certe tenebrosità memori del Caravaggio, nonché reminescenze della pittura  della linea del sublime tra Sette e Ottocento, e stilemi impressionisti. Nonostante le oscurità e la tensione delle atmosfere, i corpi dei personaggi sono rappresentati in tutta la loro dignità e avvenenza; si coglie altresì una delicata sensualità e un senso intenso e vitale della carne: i corpi dipinti dalla Zuluaga palpitano, emanano energia e forza, dunque sono ben lontani da altri esempi moderni come le figure di Lucian Freud, in cui si avverte al contrario inerzia e pesantezza, basate su un’idea nichilista dell’essere umano – aspetto, quest’ultimo, dominante nell’arte contemporanea, tanto da eclissare totalmente il corpo umano o da distruggerne e deturparne la bellezza e l’integrità. Osserviamo nell’arte della giovane colombiana un messaggio di libertà, di desiderio di esplorare il mondo esteriore e interiore dei personaggi (i titoli sono i veri nomi delle persone ritratte); un intento di raccontare la vita, con tutte le sue fragilità e i suoi splendori.

 

joe

Joe

 

img_6664

Mente condizionata

 

disparapez-de-un-hidalgo

Disperazione di un Hidalgo (nobile)

 

Mostre

2015:  (∂ + m) ψ = 0 L’Amore Prende Forma, Group Exhibition, Firenze

2015: Florence Academy of Art, Porta Romana Open Studio, Firenze

2015:  Poetiche Presenti- Dalla Colombia alla Toscana, collettiva, Firenze

2014:  REPRESENT, collettiva, Londra

2014: Florence Academy of Art,, esposizione estiva, Firenze

2013, 2014: Florence Academy of Art,, Bandiera Open Studio, Firenze

2013, 2014: Florence Academy of Art,, Esposizione studentesca, Firenze

2010, 2011:  Romero Hidalgo Artists’ Studio, Esposizione studentesca, Miami

2009:  University of Miami, Rainbow, collettiva, Miami

2008, 2009: The Gilded Hand, collettiva, Coral Gables, Florida

Un pensiero su “Sofía Zuluaga Botero, una pittrice colombiana contemporanea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...